Cos’è una IPO

Senza dubbio avrete sentito parlare di IPO in televisione… Ma non siete mai riusciti a capire che cosa sia una IPO. Se è così, siete certamente nel luogo giusto!

L’IPO è una delle operazioni più importanti nel mondo della borsa e del trading online (opzioni binarie, forex, azioni et cetera), un vero e proprio passaggio cruciale dal mercato primario al secondario, ovvero il mercato pubblico dove tutti noi facciamo trading ogni giorno.

Capire come funziona una IPO è quindi un aspetto cruciale del trading con le azioni.

Un’offerta pubblica iniziale (IPO) è quel momento in cui per la prima volta il titolo azionario di una società privata viene offerto al pubblico. Le IPO sono spesso emesse da piccole aziende giovani in cerca di capitali per espandersi, ma possono anche essere fatte da grandi aziende private che cercano di diventare quotate in borsa. In una IPO, l’emittente ottiene l’assistenza di una società di investimenti, che aiuta a determinare quale tipo di prodotto finanziario verrà preparato per il rilascio, il miglior prezzo di offerta, la quantità di azioni da emettere e il tempo per necessario per effettuare l’offerta sul mercato.

I rischi di investire su di una IPO

Una IPO può essere un investimento rischioso. È infatti difficile prevedere per il singolo investitore dove un titolo andrà durante il suo primo giorno di negoziazione e in futuro, perché sono pochi i dati storici da utilizzare per analizzare l’azienda. Inoltre, la maggior parte delle IPO sono per le aziende che stanno attraversando un periodo di crescita transitoria, il che significa che esse sono soggetti a ulteriore incertezza per quanto riguarda i loro valori futuri.

Il prezzo di una IPO di una società, spesso dipende da fattori macroeconomici, nonché dalle esigenze interne di raccogliere capitali. Attraverso la prima metà del 2016, la quantità di aziende che sono andate pubbliche è diminuita, con il valore totale IPO che è sceso alla metà di quello che era fino alla prima metà del 2015.

IPO: Offerta Pubblica Iniziale

Se sei un imprenditore, magari un giorno per la tua azienda si prefigurerà la possibilità di diventare un brand di successo che potrà dunque essere quotato in borsa. L’IPO o offerta pubblica iniziale, è proprio questo processo. Si tratta del processo in cui una società privata diventa una società quotata in borsa attraverso la vendita iniziale delle proprie azioni, che rappresentano piccoli pezzetti della società, messi in vendita al pubblico. Anche dopo una IPO, le società quotate possono tornare ad essere dei soggetti privati, se lo desiderano.

Una IPO è uno strumento che le aziende utilizzano per proteggere il proprio capitale attraverso investimenti per un uso futuro. Nella maggior parte dei casi, questo investimento è utilizzato per espandere o migliorare il proprio business, per l’acquisto di beni, oppure anche per fornire semplicemente un dividendo agli investitori. Una volta che una società ha deciso di effettuare un offerta pubblica iniziale, i passaggi che si avvicendano nei mesi successivi sono molti.

Come si svolge una IPO

Solitamente il primo passo da effettuare quando si effettua una IPO è quello di trovare un “firmatore”, che è solitamente una banca oppure una serie di banche, che aiutano all’azienda a mettere insieme il prospetto. Vengono poi elencate le informazioni secondarie sulla società, ma non ancora le informazioni importanti come il prezzo dell’IPO del titolo, prezzo delle azioni e il numero di azioni disponibili.

Una volta che il prospetto finale è depositato presso la Securities and Exchange Commission, la società e il sottoscrittore fissano una data per l’offerta pubblica iniziale. Ad esempio, Twitter (TWTR) ha presentato il prospetto finale il 3 ottobre 2013 e ha tenuto la sua IPO il 7 novembre 2013.

Successivamente arriva finalmente l’IPO. In genere, ai pezzi grossi all’interno del mercato verrà concessa la possibilità di acquistare azioni della società che emette l’IPO all’interno della fascia di prezzo iniziale. Più tardi, lo stesso giorno della IPO, al mercato globale è concessa la possibilità di acquistare il titolo, ma spesso ad un prezzo sostanzialmente maggiore. Tuttavia, a volte il prezzo di un’azione precipiterà durante il giorno dell’IPO, il che dimostra che in genere i sottoscrittori hanno sopravvalutato l’azienda.